Capitolo terzo – Giorni 4-21 – Il video

Capitolo secondo – Giorni 2 e 3 – Arrivo –

capitolo2web

Sono finalmente giunto a destinazione. Ad attendermi c’è Gianluca, con un’auto piena di lattine di coca cola e un foulard azzurro al collo. Mi accompagna e mi tiene compagnia per i primi due giorni ad Albissola.
Si scrive Albissola oppure Albisola? Non ho ancora capito.
So solo che per la prima volta nella mia vita sto vivendo a meno di un kilometro di distanza dal mare. Faccio colazione come un turista a Capri e mi siedo sui ciottoli a disegnare. Poi quando mi accorgo che la scomodità ha trafitto le mie chiappe comincio a girare per il paese cercando un’idea o un qualcosa che possa ispirarmi per i prossimi giorni. Poi torno a casa.
Abito al piano di sopra di una storica bottega ceramica, in un appartamento dalle tinte giallastre e col tetto spiovente. Ha un gran finestrone con un parapetto talmente alto che mi permette di vedere solo di fronte e un mobilio anni settanta. C’è un sacco di arredo e mi affascinano molto il bollitore blu e il frigo marrone con solo due calamite appiccicate, anche loro marroni: una civetta e un colombo.   E’ una casa comoda che, fino all’arrivo del nuovo artista in residenza, ospiterà solo il sottoscritto che sua volta divide con una luce accesa di notte, un pugno di insonni zanzare e una linea wi-fi che va e viene.

Capitolo primo – Giorno 1 – La partenza –

cap1web

Rieccomi qui, lontano trecentoquarantuno giorni dall’ultimo post. Di nuovo in aeroporto, nuovamente pronto a ripartire per raccontarmi.
In attesa del volo FR8702, che da Bari mi condurrà a Genova, consumo cornetto, cappuccino, caffè, quattro euro e venti centesimi seduto in un hamburgeria con affaccio sul parcheggio. M’interrogo sul da farsi e sull’eventualità di rispolverare 29 giorni, il contenitore delle mie residenze artistiche.
Non ne sono convinto. Negli anni ho visto crescere il progetto tanto da decidere di trasformare il virtuale in cartaceo.
Grazie al libro “29 giorni” ho girato la Puglia e parte dell’Italia presentandomi. Ho conosciuto gente e venduto copie. Ho fatto tutto quello che sognavo e non potrei chiedere di più. Il progetto mi ha soddisfatto. Perché continuare?
Alzo la testa. Sono confuso. Gli aeroporti hanno lo stesso sapore dell’Ikea. Manca poco al check-in e non so se questo sarà l’unico capitolo della nuova residenza. Lo scoprirò domani o nei prossimi giorni. Ora è il momento di andare in bagno, ho un posto riservato tra un portarotoli e uno scopino, tra un Lillangen e un Enudden.

Saluti da

L’Italia, le sue città, la sua gente, i suoi milioni di turisti, i suoi monumenti amati e studiati in tutto il mondo, patrimonio dell’Unesco un giorno sì e un giorno no, tra le principali mete turistiche per il suo passato glorioso. E fino a qui tutto bene. Tutto banale. Ma se un giorno, l’arte, si mettesse nella scomoda posizione di raccontare tutto questo, come potrebbe sfuggire al pericolo “retorica”? Semplice: trasformando la retorica stessa in un’opera d’arte.
Saluti da… è il terzo atto del progetto “SanoSano”, ovvero Giorgio Di Palma e Dario Miale. Una mostra-cartolina impietosa e divertente del belpaese, inviata ai visitatori durante un viaggio di soli 12 giorni in 26 città turistiche italiane. Banalmente e volutamente: Roma, Milano, Firenze, Venezia e così via. La modalità è sempre la stessa: la produzione di fotografie e oggetti in ceramica, risultato dell’osservazione e dell’impersonificazione del turista, vero protagonista insieme ai luoghi visitati e ai suoi tipici tic ed oggetti della mostra stessa.
Sano/Sano continua nel suo percorso. Un laboratorio concettuale a quattro mani e quattro occhi in grado di neutralizzare il banale dell’esistente attraverso la satira sociale. Un mix inedito dall’inconfondibile identità artistica, mai presuntuoso, sempre fresco e coinvolgente.

Testo: Franz Lenti

Cappello,-walkman,-borraccia-e-twix-in-ceramica

2

3

4

fornello

171147272-842eaadb-ee6c-457f-bc25-682d8945fd8e

171147971-1166cf57-c4d6-4930-b21f-f37111179c8e

14435372_1846309802257885_7505182693781333400_o

14352493_1846310528924479_1911118557397407501_o

14425542_1846310365591162_2342649737337506782_o

14424736_1846310022257863_6730041353160468491_o

14424731_1846310525591146_4469057904356627133_o

14372340_1846310058924526_6809637172221025660_o

14361436_1846310725591126_2675110438975239882_o

14424855_1846310832257782_6726649035271771392_o

意大利制造

Nel 2014 il fotografo Dario Miale e il ceramista Giorgio di Palma, autori del progetto, hanno visitato piccoli centri e grandi Chinatown italiane con l’intenzione di realizzare un’esposizione che, combinando ceramica e fotografia, mostrasse una realtà seriale fatta di multipli ossessivi e persone che si assomigliano tra di loro. Questo è quello avevano visto nei negozi cinesi sparsi in Italia e che ammiravano nei film di Bruce Lee. Dopo aver visitato la Cina di Prato, Pisa, Milano, Roma e Osmannoro(Fi), Dario e Giorgio sono tornati a Grottaglie con un’altra convinzione: dietro il marchio ‘Made in China’ c’è un mondo fatto di persone, un universo culturale complesso e difficilmente comprensibile e hanno deciso così di affidare al connubio ceramica/fotografia il compito di documentare il rapporto oggetto/soggetto della comunità cinese.Giorgio durante i viaggi ha acquistato e accumulato oggetti, icone tipiche o semplici e inutili gadgets ‘Made in China’. Tornato a Grottaglie li ha poi riprodotti in ceramica, in pezzi unici o in serie limitate, reinterpretandoli o semplicemente imitandoli.
Dario ha invece documentato i soggetti, ovvero i cinesi in Italia, una comunità spesso chiusa, restia per vari motivi ad aperture culturali. Ha usato la macchina fotografica per raccontare svariati momenti e luoghi: per strada mentre passeggiano, nei parchi mentre giocano, nei supermercati mentre acquistano e nelle grandi fabbriche mentre lavorano.

_DSC0840

_DSC4835

_DSC0852

_DSC5041

_DSC9678

_DSC8483

_DSC9695

ok

oggettini

DSC_0145

DSC_0195

DSC_0214

Giugno/Luglio/Agosto 2016

Ecco il post estivo, scritto con il condizionatore acceso in un caldo giorno d’Agosto. Uno dei pochi a dire la verità. Questa è un estate particolare in cui ho sofferto meno del solito, evitando di strappare le maniche a tutte le magliette notturne. Nonostante questo ho sudato un sacco, sbattendomi tra mostre, studio e organizzazione della produzione.
Agli inizi di Giugno si è inaugurata la Mostra della Ceramica nel Castello Episcopio di Grottaglie. Una mostra a cui partecipo più’ per dovere che per piacere. Intanto grandi notizie arrivano dall’estero. Non posso anticiparvi nulla ma sappiate che sarà una cosa Intercontinentale. Tenetevi forte.

13517421_512496418947283_6011406240798431693_o
Ma basta parlare del passato e del futuro, parliamo del presente. Oggi è il giorno della presentazione del nuovo progetto di Sano/sano. “Saluti da” dal 9 al 18 Settembre a Grottaglie.
A Settembre sarò invece a Faenza per seguire Argillà e per seguire due esposizioni a cui partecipo. La prima è Cube un progetto itinerante che si svolgerà a Faenza poi a Torgiano e poi a Roma. La seconda invece è la mostra con le opere realizzate durante il Simposio di Gmunden al MIC in Faenza. Siateci…

Locandina-WEB-New

 

Cacate

La “ piscialora”, termine dialettale grottagliese, luogo di passaggio, specchio istantaneo dell’anima, rifugio appagante di bi-sogni fisiologici, diviene per una settimana una galleria d’arte dove il ceramista Giorgio Di Palma e il fotografo Dario Miale concentrano l’uno in una serie di manufatti e l’altro in un reportage fotografico il loro spirito artistico, senza starci tanto a sudare e con tanta ironia.

Non a caso il manifesto della mostra titola “CACATE”.
Giorgio ha così plasmato oggetti d’uso comune in un bagno pubblico, come per esempio un asciugamani piuttosto che uno sturalavandino.
Dario ha invece passato una giornata proprio lì, immortalando i fruitori del luogo nei loro momenti più intimi.
L’intento, a detta dei due, è cercare di far mettere piede nel sudicio altrui a tutti, anche a chi piuttosto di entrare preferisce farsela sotto. Non in una galleria, né tantomeno nella Pinacoteca Comunale, ma proprio nei bagni pubblici del Castello Episcopio di Grottaglie.

A ciascun luogo la propria aria … CACATE

Testo: Federico Annicchiarico

DSC_0495

DSC_1928

DSC_0615

verticale2

DSC_1581ok

DSC_1888

DSC_1741

DSC_1907

DSC_1881

verticale1

 

 

 

Aprile/Maggio 2016

Rieccomi qui, circondato da starnuti, abbracciando pollini e sconvolto da un periodo intensissimo che continuerà ancora a lungo. Presentazioni del libro, mostre, viaggi, eventi, ecc.
Iniziamo dal libro. Il mio “Diario” vendicchia e questa cosa mi rende felice.  Come una rock star mi ritrovo in tour per promuovere il libro.  Sono stato a Bari, Taranto, Palagiano, Verona e poi andrò a Francavilla Fontana e in tanti altri posti. Potrete vedere un gallery cliccando qui. Si nota spesso l’interesse della gente e noto con piacere come sia migliorato il mio modo di raccontare e raccontarmi.

DSCF0120

Nel frattempo sto realizzando un sacco di opere nuove per la mostra che la prossima estate faremo con Dario Miale (www.sanosano.it) e ne ho ultimato altre per la nuova collezione.

pistoaacqua

Dimenticavo di raccontarvi che sono stato a Roma per partecipare a Italianism una giornata di arte e conferenze sul meglio del made in Italy. Sono stato invitato con Pepo di Grottangeles ed è andata benone.
Nel frattempo sono stato intervistato da Huffington Post. Cliccate qui, così ve lo racconto tramite loro.

Presentazioni del libro

jquery slideshow by WOWSlider.com v8.7.1m
 Qui troverete una lista in continuo aggiornamento con le date di presentazione del libro “29 Giorni

Tappe trascorse

1 Giugno 2016/Francavilla Fontana/Circolo Cittadino
12 Maggio 2016/Verona/Lino’s & Co
20 Aprile 2016/Palagiano/Biblioteca Comunale
27 Marzo 2016/Grottaglie/Castello Episcopio
11 Marzo 2016/Taranto/Cucine Fa-tù
4 Marzo 2016/Bari/Spazio Murat

Nota: Se ti piacerebbe organizzare una presentazione nella tua cittadina, scrivimi pure.

 

Marzo 2016

Rieccomi qui, tra uno starnuto e un brodo vegetale. Sono da poco rientrato da Bari, dove ho allestito una mini personale presso lo Spazio Murat. Questo è un posto incredibile, che può’ diventare in breve tempo un punto di riferimento per il design e l’arte pugliese. Vi posto solo alcune immagini della mia installazione ma avete tempo fino al 13 Marzo per visitarla.
web2 web3 web4 web7

A Bari ho anche presentato il mio libro per la prima volta e sto fissando un sacco di altre date che mi terranno impegnato per i prossimi mesi. Per seguire tutti gli aggiornamenti vi consiglio di cliccare qui.

Gennaio/Febbraio 2016

E’ passato troppo tempo dall’ultimo aggiornamento. I giorni sono corsi veloci e l’anno vecchio ha lasciato il posto al 2016.  Mi preparo cercando di riprodurre i pezzi ultimati, scervellandomi su nuovi oggetti e percorrendo km di footing ascoltando The Walkman, BigottAll the King’s daughters.
Una nuova presenza importante segna i miei risvegli e le mie scarpe, permettendomi di riscoprire posti che rischiavo di dimenticare.
“Noia” è qui, lo sarà per sempre, entrata con rispetto e in punta di zampe lì dove pensavo non ci fosse più posto.
Ed ora spazio alle novità, quelle per cui dovrei scrivervi e che spesso dimentico di pubblicare.

IMAG0592 copia

Il mio primo libro è finalmente in uscita. 29 giorni, il diario delle tre residenze artistiche svolte tra il 2012 e il 2015 diventa cartaceo. Raccoglierà testi, disegni e fotografie. Avrà una breve introduzione scritta da Claudia Casali (direttrice del MIC in Faenza) e una grafica realizzata dai ragazzi di Usopposto. Sarà autoprodotto e in tiratura limitata di 500 esemplari. Quindi niente chiacchiere. Supportate.

headerlibro
Sano/Sano è di nuovo in marcia. Si riparte con un nuovo progetto che ci porterà a percorrere migliaia di chilometri e a visitare tantissime città. Abbiamo iniziato lo scorso Dicembre spostandoci in tredici città in 4 giorni. Un record che punteremo a superare il mese prossimo.

contrattogiorgiodipalma

Banner

2 – 4 Settembre / Faenza

banner2

9 – 18 Settembre / Grottaglie

ok

 

29 giorni – Diario di un ceramista –

“29 Giorni” è il diario che documenta attraverso immagini, testi e disegni le tre residenze artistiche trascorse da Giorgio di Palma a Neumunster, Vizzini e Gmunden tra il 2012 e il 2015.• Edizione unica in tiratura limitata di 500 esemplari firmati e numerati.
• Dimensioni: 15×21 cm. Numero pagine: 168.
• Lingua: Italiano (?).
• Stampa: a colori su carta cyclus offset riciclata 140 grammi, copertina cartonata, sopraccoperta.
• Breve introduzione di Claudia Casali, direttrice del MIC (Museo Internazionale delle ceramiche in Faenza).
• Progetto Grafico: Studio Usopposto.
• Stampa: Italgrafica edizioni.
• Editore: Autopubblicazione.
• Anno: Gennaio 2016.
Prezzo: 20 euro in studio
oppure on line

Compralo Subito – Spedizione inclusa –



FB2 FB3 FB4 FB5 FB6